Facebook

i rimedi comuni

ACONITUM NAPELLUS

(Acon.)

Tutti i disturbi si presentano in modo IMPROVVISO E VIOLENTO e sono dovuti ad una eccessiva ed improvvisa stimolazione del sistema cardio-vascolare e del sistema nervoso

Persone robuste, pletoriche, vitali, impazienti, simpatetiche e con molta ansia verso i familiari e le persone vicine.

Disturbi dopo un FREDDO SECCO, INTENSO E GELIDO

INFIAMMAZIONI ACUTE con cute rossa, calda e secca (senza sudorazione), febbre molto alta , grande sete di bevande fredde, dolori forti e intollerabili.

Disturbi dopo un GRANDE SPAVENTO, SHOCK, EMOZIONE.

GRANDE AGITAZIONE E GRANDE ANSIA, CON PAURA DI MORIRE (stati di panico acuto ): palpitazioni violente, viso rosso, intorpidimento di un lato, sudorazioni, tremori, vertigini, dispnea, sensazione di svenire. Calma tra gli stati di panico.

Stati di ansia cronici con numerose paure : luoghi chiusi , spazi aperti, folla, ascensore, gallerie, uscire fuori casa, attraversare la strada, guidare l'auto soprattutto in autostrada, paura di avere malattie di cuore, dell’aeroplano, incidenti, terremoto, che il cuore possa fermarsi.

Cefalea congestiva, bruciante. Sensazione di calore, pienezza e di ebollizione.Occhi rossi, secchi e caldi, palpebre gonfie, dure e rosse. Fotofobia.Ipersensibilità agli odori e ai rumori.Gola rossa, secca, con senso di costrizione.

Nevralgia faciale sx. Il viso (rosso e caldo in posizione distesa) può diventare pallido in posizione seduta o in piedi. Una guancia rossa e l’altra pallida.

TACHICARDIA con polso pieno e duro. Sensazione di oppressione e che il cuore stia per scoppiare. Affezioni cardiache con dolore al braccio e alla spalla sx.

Ritenzione urinaria nei neonati. Ittero neonatale.

Tosse secca, rauca, croupale, a colpi brevi, < dopo mezzanotte.

Intorpidimento e formicolio di una parte del corpo (un solo lato del viso, lingua, labbra)


LATERALITA’ SINISTRA.

< NOTTE (dalle 12 alle 4 ), < al tramonto, da cercare di alzarsi in piedi

> produzione di secrezioni ( vomito, diarrea, sudorazione, mestruazione, epistassi, )

< generale con il caldo quando il disturbo si è instaurato


Compl: Sulphur Confr: Apis - Arg.n. – Bell.


ARNICA MONTANA

(Arn.)

PAURA CHE GLI ALTRI SI AVVICININO A LUI, sia psichicamente che fisicamente.

PAURA DI ESSER TOCCATO; paura di una morte improvvisa.

DISTURBI che sono rimasti DOPO TRAUMI, anche dopo 20 anni.

Dolenzia, colorazione bluastra della cute dopo contusioni, con STRAVASO DI SANGUE (ematoma) e SENSAZIONE DI OSSA ROTTE (AMMACCATURA, COME SE FOSSE STATO PERCOSSO).

Disturbi dopo concussione o contusione come risultato di uno shock o di un trauma.

Disturbi dopo uno shock mentale (spavento)


DOPO TRAUMI CON STRUMENTI CONTUNDENTI
(senza ferite aperte o lacerazioni della cute).

Il dolore alla testa è così forte, che il CUSCINO sembra TROPPO DURO. Testa calda, corpo freddo.

Durante lo stato di semicoma, dice che va tutto bene. Può rispondere correttamente ad una domanda e, subito dopo, ritorna in coma.

Apoplessia, perdita di coscienza, infarto del miocardio.

Cute: eruzioni simmetriche.

Eruttazioni e diarrea con ODORE DI UOVA MARCE.



ARSENICUM ALBUM

(Ars. a.)

INSICUREZZA, soprattutto riguardo alla propria SALUTE con grande ANSIA , IRREQUIETEZZA e poi PROSTRAZIONE (cammina su e giù , poi si siede, poi si alza e ricomincia a camminare) PAURA DELLA MORTE (dispera della guarigione), PAURA DI ESSERE LASCIATO SOLO (desiderio di compagnia).

METICOLOSO E PIGNOLO, desidera che ogni cosa sia in ordine è maniaco della pulizia.

Egoista. Critico verso gli alri e verso sé stesso.

Dolori BRUCIANTI: la parte affetta brucia come il fuoco, come se fossero stati applicati dei carboni ardenti; > caldo, applicazioni calde, bevande calde.

Non può sopportare l'odore o la vista del cibo.

Grande SETE di acqua fredda, che egli beve A PICCOLI SORSI E SPESSO.

E' MOLTO FREDDOLOSO e desidera essere molto COPERTO, TRANNE LA TESTA, che vuole scoperta, all'aria fresca, e con un bagno freddo.

> CALDO (sole e coperto con cose calde).
Secrezioni offensive : diarrea da avvelenamento da cibo, seguita da grande prostrazione. Diarrea con vomito.
ASMA: il respiro è < stando coricati; il paziente non riesce a stare seduto per paura di soffocare.

< dopo mezzanotte (dalle 1 alle 2 della notte)

PRURITO molto forte; GRATTA FINO A SANGUINARE (lesioni cutanee con prurito).


BELLADONNA

(Bell.)

GRANDE INTENSITA' DEI SINTOMI ( ESPLOSIVA ), con IMPROVVISA INSORGENZA ed IMPROVVISA FINE
CALORE, ROSSORE ACCESO e FEBBRE ALTA, con cute secca.
ROSSORE DEL VISO E DEGLI OCCHI , vampate e congestione prodotte da iperafflusso di sangue con CALORE RADIANTE DELLA TESTA ED ESTREMITA' FREDDE.

Febbre da improvvisa esposizione al freddo.

FORTE PAURA DEI CANI.

CEFALEA - pulsante, MOLTO < DA UNA SCOSSA, deve stare disteso
- avversione alla luce, rumore, sole

- > applicazioni fredde, stanza buia, coricato

DIGRIGNA I DENTI E PARLA DURANTE IL SONNO.

< calore, sole. colpi d'aria, scosse e piegandosi.
Lateralità destra.

Desiderio di limoni, limonate.

Il bambino quando viene contraddetto MORDE sè stesso e gli altri

Complicazioni: Calcarea carbonica


CALCAREA CARBONICA

(Calc. c.)

NUMEROSE PAURE: della PAZZIA (perdere la ragione), delle altezze, del buio, dei fantasmi, del temporale, dei cani, dei topi, della morte, delle malattie.
Persone tranquille, lente, pigre, ma ostinate, che hanno bisogno di studiare le cose razionalmente, prima di affrontarle.

DISPERA DELLA GUARIGIONE.

Sensibili al freddo, MANI FREDDE E SPECIALMENTE I PIEDI.

< SFORZO FISICO in generale specialmente cefalea.
< FREDDO UMIDO.

Difficoltà di respiro salendo le scale.
Tendenza all'obesità, che provoca flaccidità.
Unghie fragili. Dentizione ritardata e ritardata chiusura della fontanella.

SUDORAZIONE NELLA REGIONE CERVICALE ED OCCIPITALE DURANTE IL SONNO (bambini, nella prima mezzora di sonno).

Dolori e gonfiori al seno, prima delle mestruazioni.
DES. DI DOLCI E UOVA (a la coque)
Latte: des. o avv. con intolleranza e vomito.

Soggetto solido, responsabile, gran lavoratore. Forte attenzione per la sicurezza e le questioni pratiche.

E’ metodico e determinato e per questo ha una tendenza al superlavoro fino a sovracaricarsi: CASI DI COLLASSO FISICO E MENTALE DOVUTI A SUPERLAVORO con TREMENDA ANSIA E PAURA CHE POTREBBE PERDERE LA TESTA O LA SALUTE.

Un aspetto marcato è l’ANSIA e la PAURA soprattutto focalizzate su tematiche di sicurezza come denaro e salute e
quando queste mancano sviluppa una forte disperazione e la sensazione che non si ristabilirà mai più (DISPERA
DELLA GUARIGIONE).

DEPRESSIONE con scarso interesse per il lavoro e i suoi affari, con una disperazione irrazionale. Si presenta trascurato e trasandato.

BAMBINI: tendono ad essere paffuti, stanchi e con bassa resistenza alle infezioni (tonsilliti, adenoidi, catarri, tosse). Sviluppo rallentato con ritardo nell’iniziare a camminare o parlare (non sempre). Forte volontà e comunque spesso è ansioso riguardo alla sicurezza (ansia e paure) che cerca di alleviare con domande su tematiche religiose o metafisiche. Le ansie si riflettono in INCUBI che disturbano il sonno. Affronta l’ansia con la convinzione che deve imparare da solo ad affrontare la vita. Desidera diventare indipendente e autosufficiente. E’ gentile, ma ostinato, lavora solido.

Fisicamente e solido, paffutello oppure obeso. Spesso è sudato. Si stanca facilmente durante gli sforzi e trova difficile competere con i coetanei. In genere è indicato nei bambini con scarsa energia (anche se robusti e sani).

Mentali

PAZIENTI IN SUPERLAVORO, SOVRAFFATICATI, SOVRACCARICATI.
FORTE SENSO DL DOVERE E DELLE RESPONSABILITA’.
PAURE: luoghi alti, topi, cani, buio, malattie, pazzia terremoti, temporali, povertà. Incubi o terrori notturni a qualsiasi età.

ANSIA PER LA SALUTE. DISPERA DELLA GUARIGIONE.

OSTINATO.

Generali.

Obesità e flaccidità. FREDDOLOSO e generalmente peggiorato dal freddo (il bambino può essere caloroso fino all’età di 6 o 7 anni).

AGGRAVAMENTO GENERALE CON IL FREDDO TEMPO UMIDO. AGGRAVAMENTO GENERALE CON GLI SFORZI.

AGGRAVAMENTO GENERALE SALENDO LE SCALE.

Suda facilmente sotto sforzo. Frequenti raffreddori o influenze.

Des. UOVA, DOLCI. Des. o avv. al latte.
Costipazione senza stimolo a defecare. Il paziente non è disturbato dalla stitichezza.

Testa.

SUDORAZIONE ALLA TESTA SPECIALMENTE LA PARTE SUPERIORE DEL COLLO DURANTE IL SONNO ALLA NOTTE.

Chiusura lenta della fontanella nei lattanti. Dentizione ritardata. I deni si spezzano facilmente.
Cefalee < dalla luce, < con le mestruazioni.
Otite media ricorrente, ostruzione nasale nasale cronica. Ricorrenti afte in bocca. Frquenti tonsilliti e faringiti.
Urogenitale. Fibromi uterini. Metrorragia. Seni gonfi specialmente prima delle mestruazioni.
Estremità. Artrite. Dolori < dal freddo, dall’umido, dallo sforzo. Estremità fredde e sudate. Piedi freddi a letto di notte.

COMPL: Bell. Rhus-t. Nit.ac


MERCURIUS SOLUBILIS

( Merc. )

ECCESSIVA SALIVAZIONE, da bagnare il cuscino durante il sonno.
SAPORE METALLICO IN BOCCA.
ALITO OFFENSIVO (dovuto alla patologia della bocca).

Escoriazioni e ulcerazioni delle mucose, simili a fuoco bruciante.

AFTE. Gengive sanguinanti, leucoplachia, carie dentarie, piorrea.

Sono le persone più SENSIBILI della Materia Medica.

Sono INTROVERSI, CHIUSI, con difficoltà a comunicare con gli altri. Comunicano solo ad una certa temperatura, nè troppo caldo, nè troppo freddo.
Amano l'ORDINE e sono CONSERVATORI. Tuttavia hanno INTENSE EMOZIONI ed IMPULSI INTERNI spesso violenti e distruttivi.

Profusa SUDORAZIONE, che accompagna ogni disturbo e che non solo non migliora, ma addirittura CHE AGGRAVA. Sudorazione notturna.

Grande debolezza e tremori al minimo sforzo. TREMORI ALLE MANI. Sifilide terziaria.

Dolori < NOTTE, > al sorgere del sole.
< TROPPO CALDO E TROPPO FREDDO.

Forti balbuzie nel parlare, quando non si trovano a proprio agio.
Lingua larga e flaccida, che riceve l'impronta dei denti.

DISSENTERIA, con feci limacciose e sangue con la sensazione di non avere mai finito, accompagnate da coliche e svenimento.

ULCERE che si estendono rapidamente.

Secrezioni ed escrezioni verdastre ed offensive.

OTITE MEDIA acuta e cronica. FARINGOTONSILLITE acuta e cronica.

DES. PANE E BURRO.

AVV. DOLCI.


NUX VOMICA

( Nux - v. )

IRRITABILE, litigioso, si offende facilmente va in collera se lo contraddicono, competitivo, maniaco del lavoro (stacanovista) ambizioso (con risultato), preciso (desidera ogni cosa al proprio posto), IMPAZIENTE (odia aspettare in fila nel traffico).

Ipersensibile alle impressioni esterne, rumori, odori, luce, musica.

DISTURBI ALLO STOMACO (indigestioni, gastriti, ulcera duodenale ). Sensazione di pietra allo stomaco dopo aver mangiato troppo. Disturbi dopo gozziviglie.

CRAMPI ADDOMINALI. Coliche addominali, nei bambini.

STITICHEZZA SPASTICA CON COSTANTE STIMOLO INEFFICACE A DEFECARE.

CISTITI CON COSTANTE BISOGNO URGENTE AD URINARE, MA PASSANO SOLO ALCUNE GOCCE.

INSONNIA: si sveglia verso le 3 - 4 di notte dopo poche ore di sonno e non può più dormire (pensa al lavoro).

Intenso desiderio sessuale , ma può avere impotenza all'inizio del contatto.
Fotofobia specialmente al mattino.

DES. CIBI CONDITI, GRASSI, ALCOOL, STIMOLANTI (caffè)

< FREDDO, colpi d'aria, COLLERA
> CALDO, bevande calde, applicazioni calde.

SettimoLink